5 SPARATUTTO OLD SCHOOL DA TENERE D’OCCHIO

Da qualche anno a questa parte la moda dei remake e dei reboot ha preso piede un po’ ovunque nel campo dell’intrattenimento. Tralasciando l’inevitabile discussione sulla qualità di certe rivisitazioni e operazioni di “restyling”, ci focalizziamo invece su quelle nuove proprietà intellettuali che prendono spunto, per stile e ispirazione, da altre opere del passato.

Nel campo dei videogiochi, nello specifico degli FPS, Wolfenstein: The New Order e DooM (2016) sono stati apripista di un filone, oggi una sorta di “sparatutto old school”. La buona notizia, per quanto ci riguarda, è che sta ritornando di moda, soprattutto per quanto concerne le produzioni indipendenti.

Di seguito vi proponiamo cinque novità che ben rappresentano – facendo un paragone con la musica – quello che può essere definito come una sorta di “New Wave Of Old-School FPS”.

DUSK

Dusk-PAX-East-9

Intriso di atmosfere sinistre e lovecraftiane, Dusk ci catapulta in un villaggio della Pennsylvania infestato da presenze demoniache e militari senza scrupoli. A primo impatto i richiami a Quake (per l’engine) e Redneck Rampage (come ambientazioni) sono evidenti, senza però rinunciare a una sua forte personalità. Inizialmente previsto come suddiviso in tre capitoli, attualmente su Steam sono già presenti i primi due e DuskWorld, la modalità multiplayer.

ION MAIDEN

ion-maiden-1-16b3bd9371dc340930eca6d94200a1be0

Ne avevamo già parlato in questa occasione, Ion Maiden è quanto di più simile al buon vecchio Duke 3D si possa trovare oggi giorno in circolazione. Violenza gratuita, frasi a effetto e personaggio sopra le righe (questa volta femminile) ci sono tutti, per un titolo divertentissimo e completamente old-school (lo stesso engine è il Build, aggiornato e migliorato per l’occasione).

AMID EVIL

desktop-screenshot-2018-03-12-14-22-40-17.jpg

Se siete tra coloro che sono cresciuti con Heretic e Hexen, e in generale preferite le ambientazioni più fantasy e gotiche, Questo Amid Evil fa proprio al caso vostro.

Il gioco si snoda su sette episodi (attualmente è possibile visitarne un paio), ognuno costellato da enigmi ambientali e orde di nemici brutali: Il tutto mosso dal potente Unreal Engine 4.

La versatilità del motore grafico permette di accostare effetti visivi di ultima generazione con elementi tipici degli sparatutto di metà anni ’90.

HELLBOUND

Hellbound-Screenshot-01

Sviluppato dagli argentini Saibot Studios e fortemente debitore di Doom e Serious Sam, questo shooter infernale per ora ci offre una sola modalità (ondate) ma già fa presagire la bontà del prodotto: feeling delle armi ottimo, mostri agguerriti e diversificati, grafica dettagliata ma fluida e leggera. Confidiamo in futuro lo sviluppo di una campagna single player.

APOCRYPH

2960498781513854303gol1

Probabilmente il meno riuscito e più “casereccio” tra tutti, Apocryph vanta comunque un’ottima distruttibilità (soprattutto sui corpi) e una grande dose di ultraviolenza. Come per Amid Evil l’ambientazione è fantasy e vi troverete a esplorare manieri, catacombe e cittadelle infestate.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: